Tablet: mercato saturo?

0

Idc primo gruppo italiano di analisi di mercato informa che le vendite dei tablet nell’ultimo trimestre del 2016 sono in netto calo rispetto al passato con 52,9 milioni tablet venduti, ovvero il 20,1% in meno rispetto allo stesso trimestre del 2015. Apple come sempre è padrone di questo segmento, ma pur sempre in calo di 7 milioni di unità, lo stesso dicasi per Samsung che invece registra un calo di 6,8 milioni. Crescono le vendite di Huawei e Kindle, stabili invece le vendite di Lenovo.

Il mercato dei tablet è relativamente giovane, sta attraversando forse un periodo di assestamento dovuto a nuove proposte ed in particolare relativamente alle offerte più evolute dei prodotti, con schermi sempre più nitidi e risoluzioni migiori, oppure per quei tablet che adottano la strategia di vendita dell’accessorio come la tastiera. Questo però porta di fatto gi utenti verso prodotti che sono molto vicini, come fascia e tipo di utilizzo, ai notebook.

Negli ultimi anni infatti la ricerca di nuovi processori per tablet ha portato ad innovazioni sorprendenti, multicore, a basso consumo energetico e perciò con una bassa dissipazione del calore. Questo tipo di ricerca è comune con il segmento degli smarphone e dei notebook meno performanti, destinati perciò ad un mercato di consumo, o a certi ambiti professionali di nicchia. E’ vero anche che ormai i tablet sono dispositivi utilizzati più come secondo elaboratore domestico e perciò il consumatore non è disposta a cambiare modello ogni anno.
Discorso diverso per gli smartphone dove invece la ricerca di potenza e migliorie si fa sempre più grande.

Insomma la spinta propulsiva del commercio dei tablet sembra stia risentendo delle prime avvisaglie di cedimento. I consumatori hanno capito che un tablet è un elaboratore con sole caratteristiche di portabilità, non così tanto come uno smartphone, non ha neppure la potenza di un notebook o di un tradizionale pc perciò è utilizzato come ripiego.
Sarà forse l’inizio di una saturazione del mercato?

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>