Tablet: mercato saturo?

Idc primo gruppo italiano di analisi di mercato informa che le vendite dei tablet nell’ultimo trimestre del 2016 sono in netto calo rispetto al passato con 52,9 milioni tablet venduti, ovvero il 20,1% in meno rispetto allo stesso trimestre del 2015. Apple come sempre è padrone di questo segmento, ma pur sempre in calo di 7 milioni di unità, lo stesso dicasi per Samsung che invece registra un calo di 6,8 milioni. Crescono le vendite di Huawei e Kindle, stabili invece le vendite di Lenovo.

Il mercato dei tablet è relativamente giovane, sta attraversando forse un periodo di assestamento dovuto a nuove proposte ed in particolare relativamente alle offerte più evolute dei prodotti, con schermi sempre più nitidi e risoluzioni migiori, oppure per quei tablet che adottano la strategia di vendita dell’accessorio come la tastiera. Questo però porta di fatto gi utenti verso prodotti che sono molto vicini, come fascia e tipo di utilizzo, ai notebook.

Negli ultimi anni infatti la ricerca di nuovi processori per tablet ha portato ad innovazioni sorprendenti, multicore, a basso consumo energetico e perciò con una bassa dissipazione del calore. Questo tipo di ricerca è comune con il segmento degli smarphone e dei notebook meno performanti, destinati perciò ad un mercato di consumo, o a certi ambiti professionali di nicchia. E’ vero anche che ormai i tablet sono dispositivi utilizzati più come secondo elaboratore domestico e perciò il consumatore non è disposta a cambiare modello ogni anno.
Discorso diverso per gli smartphone dove invece la ricerca di potenza e migliorie si fa sempre più grande.

Insomma la spinta propulsiva del commercio dei tablet sembra stia risentendo delle prime avvisaglie di cedimento. I consumatori hanno capito che un tablet è un elaboratore con sole caratteristiche di portabilità, non così tanto come uno smartphone, non ha neppure la potenza di un notebook o di un tradizionale pc perciò è utilizzato come ripiego.
Sarà forse l’inizio di una saturazione del mercato?

10.000 prodotti inseriti

I test continuano. Il sito riesce a gestire senza alcun problema 10 mila prodotti senza alcuno sforzo o adattamento particolare.
Stiamo lavorando sulla gestione dei prezzi, sulle schede e sull’automatizzazione dei processi per garantire un sito sempre aggiornato. Vi sono molti particolari de definire ancora, non ultimi riguardanti la sicurezza per il pagamento sicuro con carta di credito tramite protocollo HTTPS come potrete vedere dal lucchetto verde e/o scritta “sicuro” a seconda del browser che state utilizzando. Un altro obbiettivo ancora successivo sarà la gestione di 40.000 prodotti, ci attendiamo che il sito rallenti considerevolmente, ma sarà un test per comprenderne i limiti.

Aggiunti i prodotti

E’ stato eseguito il primo test di inserimento prodotti in modo manuale nell’ecommerce per comprendere meglio il funzionamento della nuova piattaforma, che è passata da magento a worpress.

Le due piattaforme hanno caratteristiche diverse. Magento è più professionale, è probabilmente la miglior piattaforma di ecommerce, ma è onerosa, sia in termini economici che tecnici. WordPress è nato per gestire piccoli blog, ma con il tempo si è evoluto e la sua semplicità lo rendono accessibile ad un più vasto pubblico. E’ chiaro quindi che potendo contare su un mercato più consistente gli sviluppatori si siano dedicati anche a wordpress e ciò consente di trovare molti più plugin già pronti per l’implementazione di siti web, ecommerce compresi.

Questa è l’ennesima sfida tecnica, gestire quasi 10.000 articoli in questa piattaforma può sembrare esagerato, ma fino a questo momento l’azzardo sembra non essere così alto.

Definito il nuovo sito web

Abbiamo terminato la configurazione e la definizione di molte variabili relative al nuovo sito web.
Gran parte di questo lavoro è stato svolto molto mesi fa, in particolare la fase di testing delle componenti, ma ora è arrivato il momento di mettere a frutto tale sforzo economico e tecnico e fi far “vivere” questo gioello tecnico.
La gestione e la progettazione di un sito web è passibille di numerose varianti, ma mentre per noi l’obbiettivo del sito è chiaro, la stessa cosa non si può certo dire per i nostri clienti i quali dovranno essere bravi nel trasmetterci le loro affinità e il loro modello in modo che da parte nostra vi possa essere un adattamento tecnico.
Il sito è principalmente una vetrina dove mostrare informazioni di merci e servizi, ma anche dove si può valorizzare le proprie competenze ed eccellenze. Ebbene noi siamo orgogliosi di dire che questo sito web ha raggiunto un altissimo livello di automatizzazione, e di gestione delle informazioni in modo automatico, caratteristica che pochi altri possono vantare.
Questo ci permette di fruttare al massimo il tempo a nostra disposizione e di concentrarci maggiormente su aspetti diversi del sito e della nostra attività.

Siamo certi che il lavoro su questo sito sia lontano dall’essere concluso, va affinato e riveduto più volte, ma questo potrà fornirvi informazioni sempre aggiornate e quanto più precise possibile.

Web server per voi

Dopo alcuni giorni offline stiamo verificando alcuni requisiti tecnici per la messa online del nuovo sito.
Non tutti sanno che la gestione di un server web richiede svariate competenze, non solo per quanto riguarda la gestione delle pagine web, ovverosia conosenza di PHP e altri linguaggi di programmazione, ma anche conoscenze di networking, di sicurezza informatica, conoscenza delle logiche di backup dei dati e di amministrazione di server di database.
Il lavoro è consistente, ma siamo certi che il risultato sarà da voi apprezzato.